Al via le domande di partecipazione per la prossima edizione della manifestazione “CIBUS” che si svolgerà a Parma dal 31 agosto al 3 settembre 2021.  La partecipazione è organizzata dallaRegione Puglia – Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale e Ambientale – e Unioncamere Puglia.

Si tratta di una delle più importanti rassegne dell’agroalimentare aperta al solo pubblico dei professionisti del food, retail e Ho.Re.Ca. nazionale ed estero. La fiera, a cadenza biennale, è giunta alla sua 20^ edizione e nel 2018 ha visto la presenza di 2.800 espositori e di 68.000 visitatori professionali italiani e stranieri.

La partecipazione regionale sarà organizzata nel Padiglione 8, dove verrà realizzata una collettiva di aziende pugliesi finalizzata alla promozione dei prodotti agroalimentari regionali di qualità.

Considerato che la Regione Puglia contribuirà con un importo pari al 35% del costo totale della partecipazione, la quota a carico di ciascuna azienda sarà pari a € 3.620,00+IVA (anziché 5.556,50+iva), comprensiva di allestimento e arredamento di uno stand di circa 10mq, dell’inserimento nel Catalogo Ufficiale, dell’assistenza in fiera, nonché del trasporto e assicurazione merci (limitato a quantitativi che saranno successivamente comunicati). Il trasporto è previsto solo per prodotti non deperibili. I prodotti a temperatura controllata potranno essere inviati in fiera a cura e con spese a carico delle aziende interessate.

Restano escluse dalla suddetta quota le spese di viaggio, vitto e alloggio del rappresentante aziendale, le spese relative all’eventuale rientro della merce esposta nel corso della Fiera e le spese di assicurazione supplementari non rientranti in quelle già coperte dalla scrivente.

Il contributo regionale sulla spesa relativa all’area preallestita è alternativo e non cumulabile con eventuale altro finanziamento richiesto ed ottenuto dall’azienda per le stesse spese.

Si precisa che la partecipazione delle piccole e medie imprese agricole si configura come aiuto di Stato, disciplinato dal regolamento UE n. 1408/2013, mentre la partecipazione delle altre imprese è da considerarsi Aiuto di Stato in “regime de minimis”, come previsto dal Regolamento UE n. 1407/2013.

Si invitano le aziende interessate a partecipare alla rassegna a trasmettere a Unioncamere Puglia la domanda di ammissione allegata esclusivamente via posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo: fiere.unioncamerepuglia@legalmail.it a partire dalle ore 9.00 di lunedi 8 febbraio ed entro e non oltre le ore 12.00 del 12 febbraio 2021. Le adesioni inviate con altro mezzo non saranno considerate valide.

L’accettazione delle domande di ammissione è condizionata agli spazi disponibili e avverrà dando priorità, sulla base dell’ordine cronologico di arrivo, alle aziende concessionarie del marchio collettivo “Prodotti di qualità Puglia” e comunque aderenti ai sistemi di qualità DOCG/DOC/IGT, DOP, IGP, BIO e STG tenendo altresì conto del criterio della rappresentatività territoriale e della turnazione prescritto dal Regolamento per la partecipazione alle fiere di Unioncamere Puglia.