Nella giornata di lunedì, con un’apposita cerimonia tenutasi presso la Presidenza della Regione Puglia, l’assessore allo sviluppo economico Alessandro Delli Noci ha conferito il titolo di “Maestro Artigiano” a sette imprenditori e imprenditrici pugliesi.

Il prestigioso titolo, istituito con la Legge Regionale 19 giugno 2018, n. 26, viene conferito agli artigiani – anche pensionati – che vantino un’anzianità di iscrizione di almeno 15 anni all’Albo Imprese Artigiane in qualità di titolari o di soci lavoratori di imprese artigiane per specifiche attività dell’artigianato artistico e tradizionale, unitamente ad una nota maestria desumibile dal conseguimento di premi e riconoscimenti.

Tra i nuovi maestri, anche  Giuseppe Zippo, vicepresidente del gruppo regionale dei Pasticcieri di Confartigianato Imprese e presidente della categoria Pasticceri di Confartigianato Lecce.

Giuseppe Zippo, 38 anni, è da quasi 20 il titolare della pluripremiata pasticceria “Le Mille Voglie” di Specchia (Le). Sin da giovanissimo ha frequentato le migliori botteghe di pasticceria e coltivato una passione per l’eccellenza nelle arti dolciarie. La scelta delle materie prime e il confronto con i più importanti maestri di fama sia nazionale che internazionale lo hanno portato il 17 Settembre 2016, a Milano a ricevere dalla giuria presieduta dal Maestro Iginio Massari, il prestigioso titolo di I° Classificato Miglior Panettone Artigianale d’Italia. A conferma della sua bontà, il panettone di Zippo ha vinto, sempre nel 2016, il titolo di I° Classificato Panettone Artigianale Scuola Piemontese nel concorso “una Mole di Panettoni” senza contare la medaglia d’oro FIPGC vinta nel 2020 per la categoria “panettone classico”.

«Alle volte si pensa che gli artigiani siano gelosi dei segreti del proprio mestiere tanto da non tramandarli a nessuno, specie in pasticceria – sottolinea Zippo -. Al contrario, posso dire che noi siamo realmente ansiosi di trovare strade e possibilità per insegnare ai più giovani la nostra arte. Spesso ci si avvicina a questa professione per un fatto di passione: dobbiamo far capire alle ragazze e ai ragazzi pugliesi che, al di là dei sacrifici e delle difficoltà, il lavoro in pasticceria e più in generale nell’artigianato può davvero rappresentare un percorso di vita e di successo su cui puntare. Ora che siamo ufficialmente ‘Maestri Artigiani’, continueremo a lavorare con Confartigianato e con la Regione Puglia affinché si possa creare un più stretto e proficuo collegamento tra formazione e lavoro: non vediamo l’ora di metterci all’opera anche in questa veste».